È che ci credevo

Tre e trentacinque e ancora non riesco a chiudere occhio. Piango appoggiata ad un cuscino con il telefono tra le mani mentre provo a scrivere qualche cazzata che possa farmi sentire meglio. Perchè non lo so. Forse sono solo stanca, e mi guardo come si fa con le cose fragili. E va bene così, anche … Continua a leggere È che ci credevo

Annunci

Con amore, per amore

C'è una persona nel mondo che mi insegnato molto bene il modo in cui non sarei voluta essere, una persona che mi ha tolto tutto quello che avrei mai immaginato di poter possedere ed offrire a qualcuno. C'è una persona nel mondo, che mi ha guardato dritto negli occhi urlante e disarmata, nuda, sconfitta, e … Continua a leggere Con amore, per amore

A Rtgghj’n vu facim tand (tr. A Rutigliano vi facciamo un culo così)

Ho provato a buttare giù qualcosa per il lavoro che mi hanno commissionato, e questa è la prima vera bozza che mi è venuta fuori. Ho pensato al teatro greco, la cui peculiarità è proprio il coro, spesso di anziani, che commenta l'azione. Nel corso dei secoli è andato perduto, e con il teatro romano … Continua a leggere A Rtgghj’n vu facim tand (tr. A Rutigliano vi facciamo un culo così)

L’ottavo segreto di Bologna.

Come una pioggia che bagna le strade, e le rende scivolose, che ad ogni passo devi fare attenzione, così mi sembrava di prodigarmi tanto per percorrere un sentiero intrinsecamente impervio e pericoloso. Quando il bagnato si posa sulle superfici si crea come una coperta trasparente, che se la guardi in controluce sembra fatta di inconsistenza, … Continua a leggere L’ottavo segreto di Bologna.